domenica 28 febbraio 2016

Letture: La ragazza di fronte di Margherita Oggero #21

Ciao a tutti! 
Oggi ho terminato il penultimo libro bonus per la reading challenge LGS e si tratta di La ragazza di fronte di Margherita Oggero


Quando era bambino, arrivato a Torino dal Sud, Michele era rimasto incantato dalla bambina che leggeva, seduta sul terrazzino di fronte.
Quando era bambina, tormentata dai fratelli gemelli scatenati, Marta si rifugiava sul balcone per sognare le vite degli altri.
Come una folata di vento che scompigli la quiete del grande cortile che li separa, ora la vita ha rimescolato le carte. Marta è una donna adulta, indipendente e sola, con un solo motto – bastare a se stessi, come i gatti – e un solo piacere segreto: spiare da dietro le tende, al buio, la finestra di fronte. È andata lontano, ha viaggiato e da poco è tornata a casa, in un condominio simile a quello dell'infanzia. Anche Michele si è spinto dove nessuno avrebbe pensato, e ogni giorno per mestiere vede gente che fugge e che torna: guida i Frecciarossa attraverso l'Italia, e in poche ore solca la penisola per poi rientrare nel suo nuovo appartamento e affacciarsi ancora una volta su un cortile.
Fino a quando succede una cosa imprevista, anzi più d'una: di quelle che accelerano il corso dell'esistenza, che costringono a uscire dal guscio protettivo che ci costruiamo, a guardarsi negli occhi.
A quanti di noi è capitato di abitare in un grande caseggiato, di quelli con un ampio cortile di giorno popolato di voci e la sera di luci che rivelano le vite degli altri? Margherita Oggero intesse con sapienza l'invisibile rete di sguardi e traiettorie, di significati e desideri nati tra quelle finestre e destinati a unire, separare, far danzare i suoi personaggi tra le quinte reali eppure poetiche della sua Torino.
Queste pagine sono percorse da una sorta di "leggerezza dolente", da un'ironia che non è mai disgiunta dall'umanissima partecipazione alle sorti di persone autenticamente impegnate a trovare un senso ai propri giorni.
La ragazza di fronte è uno splendido spaccato della storia sociale di una grande città italiana negli ultimi cinquant'anni e insieme una storia d'amore bellissima, veloce, sorprendente.

Ho letto questo libro come bonus per la reading challenge LGS, ma se devo essere sincera non mi è piaciuto moltissimo, nonostante sia scritto molto bene!
Il libro racconta le vite dei due personaggi Marta e Michele partendo dall'inizio, dalle origini, da quando Michele viveva al sud e di quando Marta è stata abbandonata dalla mamma....fino a quando Michele si trasferisce a Torino e nell'appartamento di fronte al suo che legge sul balcone c'è una bambina con i capelli biondi quasi rossi....quella bambina è la prima cotta di Michele, è grazie a lei, per vedere lei sul balcone che inizia la sua vita da "lettore" con il suo primo libro "I ragazzi della via Pal".
Ma nella vita non si sa mai cosa potrà capitare e nonostante la vita li abbia allontanati, sia passato tanto tempo, siano passate persone nelle vite di entrambi, si ritrovano di nuovo ad abitare uno di fronte all'altro....
Michele non riesce a costruire una relazione stabile con le donne, mentre Marta è rimasta imprigionata nei ricordi di una relazione finita male...entrambi però amano guardare dalla finestra....
Leggendo il libro ci si aspetta che finalmente dopo tanti anni quando finalmente tornano ad abitare uno di fronte all'altro si avvicinino, ma qui il libro è molto deludente, sembra quasi scritto troppo in fretta il finale...

Reading challenge LGS - Libro bonus

Buona lettura! A presto!
Valentina

Nessun commento:

Posta un commento