lunedì 1 febbraio 2016

Letture: Noli me tangere di Andrea Camilleri #13

Ciao a tutti! 
Oggi primo giorno di febbraio....anche se con le temperature di questi ultimi giorni sembra più primavera....ma va bhè....
Sabato sera dopo essere uscita praticamente tutte le sere ho deciso di mandare fuori il marito con gli amici ed io una volta messi a letto i bambini mi sono dedicata alla lettura ed ho terminato Noli me tangere di Andrea Camilleri



Laura è giovane, bella e molto amata. Ha sposato un famoso scrittore che la venera, lei stessa scrive, va a teatro, è un’esperta storica dell’arte. E’ capace di concedersi emozioni intense con altri uomini, senza farsi travolgere dal senso di colpa. E’ generosa di sé e delle proprie ricchezze. Ma, in certi momenti, su di lei cala un cono d’ombra. “Ho il ghibli” dice, secondo l’immagine evocata da uno dei suoi amanti: perché davvero è come se si alzasse nel suo cuore il temibile vento del deserto, che la prostra e la costringe a giorni di reclusione durante i quali nessuno deve azzardarsi a toccarla. Poi torna la bonaccia, e Laura è di nuovo la donna volubile ma anche luminosa che tutti ammirano. Fino a che, una notte, Laura scompare. Incontrando chi l’ha conosciuta, presto il commissario Maurizi – incaricato delle indagini sulla sua sparizione – capirà che di Laura, come di una divinità antica, ognuno ricorda un volto diverso. Al primo sguardo sembra una donna facile, che non vuole perdere una sola occasione. E invece le tracce che portano a lei sono quelle invisibili lasciate dalle domande che si è posta senza tregua, dalla tensione bruciante nascosta in ogni suo gesto. Proprio come nel movimento dei corpi al centro dell’affresco del Beato Angelico che Laura stessa aveva saputo interpretare con una intuizione straordinaria, quello dedicato alle parole che Gesù dice a Maria Maddalena dopo essere risorto: Noli me tangere, Non toccarmi…

Io sinceramente di Andrea Camilleri conoscevo solo la serie del Commissario Montalbano e inizialmente questo romanzo non mi ispirava, ma devo dire che mi sono dovuta ricredere!!
Una volta iniziata la lettura, mi ha talmente appassionato che non vedevo l'ora di terminarlo, di capire, perché la parte più complessa è capire la personalità di Laura, di capirla come persona, di capire il suo comportamento che può sembrare all'inizio superficiale dedita soltanto alle "scappatelle" extraconiugali, ma in realtà Laura ha una personalità assai complessa....
Questo romanzo mi ha fatto realmente riflettere molto che noi in genere vediamo le persone solo superficialmente, ci limitiamo alle apparenze, ma tante volte dovremmo cercare di capirle, comprendere il perché dei loro comportamenti! Il commissario Maurizi in questo è bravissimo, quando il marito di Laura ne denuncia la scomparsa, non si limita ad inseguirla, la vuole capire e scava nel suo passato, nella sua corrispondenza privata, contatta la migliore amica, contatta l'ex professore universitario....insomma non si accontenta della superficialità....

Bookopoly - Classifica Feltrinelli 2 posto
Reading challenge LGS - Un libro ambientato in Italia

Buona Lettura! A presto!
ValentinaScrap

Nessun commento:

Posta un commento