giovedì 5 maggio 2016

Letture: Il fioraio di Montegironi di C. K. Panepinto #29

Ciao a tutti!
Oggi mi sto dedicando alle recensioni dei libri che ho letto e che non avevo ancora fatto....



Quando il PM Amedeo Cantini viene condotto davanti al cadavere di una giovane modella assassinata, capisce subito che quello sarà il caso più difficile della sua vita. Abbandonata dentro un cassonetto nei pressi del Parco delle Cascine di Firenze c'è infatti la figlia di Emma Aldori, suo grande e sofferto amore di gioventù. Travolto dai fantasmi del passato, il magistrato chiede all'ex-moglie, la terapeuta Violetta Salmoiraghi, di affiancarlo nelle indagini. Insieme cominceranno a investigare sugli ultimi mesi di vita della ragazza e si addentreranno in un gioco di specchi fatto di tradimenti, intrighi e bugie, fino alla scoperta di un raccapricciante segreto, dietro cui si nasconde l'ombra omicida del Fioraio di Monteriggioni.
Il romanzo racconta un tema difficile, in cui la componente emotiva e sentimentale gioca un ruolo importante. E' l'amore, o quello che a volte si reputa tale, a trascinare nel baratro le vite dei protagonisti, ma è sempre questo sentimento ad offrire, alla fine, l'unica via di riscatto.

Questo più che un giallo, è un libro di cronaca, ma sinceramente a me è piaciuto molto! 
Ho letto diversi pareri discordanti su questo libro, c'è chi lo ha ritenuto surreale, a me sinceramente è piaciuto molto anche se un po' diverso da come me lo aspettavo......proprio per questo l'ho apprezzato molto di più, per la non "scontatezza" della trama.
Le vicende partono dalla morte di Fiona....Amedeo è il Pubblico Ministero e riconoscendo la figlia del suo grande amore d'infanzia chiede aiuto a Violetta, la moglie da cui è separato da qualche tempo.
Per Violetta nonostante sia una terapeuta non è facile indagare sulla morte della figlia di Emma Aldori, soprattutto perché nonostante Emma sia morta da molti anni, è in parte la causa del suo allontanamento da Amedeo.
Le indagini di Amedeo e Violetta portano nel passato, in un passato in cui due bambine uccise devono ancora avere giustizia, e ad una firma che questo assassino lascia.....dei fiori in bocca......
Non vi svelo di più, vi invito a leggerlo, perchè la scrittura è scorrevole e le vicende vi prenderanno talmente che smettere di leggerlo sarà impossibile, io l'ho letteralmente divorato per vedere dove le indagini avrebbero portato....
Il finale lascia un po' di amaro......ma leggetelo perchè non ve ne pentirete!!

Reading Challenge LGS - Un libro il cui titolo contenga un mestiere


Buona lettura! A presto!

1 commento:

  1. Ho trovato questo tuo commento per caso! Per un'autrice non può esserci sorpresa migliore. La tua recensione dimostra che hai capito nel profondo lo spirito con cui ho scritto questa storia. Grazie di cuore Valentina!

    RispondiElimina