martedì 14 giugno 2016

Letture: Acquanera di Valentina D'Urbano #37

Buongiorno a tutti!
Ho terminato di leggere un libro per la challenge LGS, si tratta di Acquanera di Valentina D'Urbano....


È un mattino di pioggia gelida, che cade di traverso e taglia la faccia, quello in cui Fortuna torna a casa. Sono passati dieci anni dall'ultima volta, ma Roccachiara è rimasto uguale a un tempo: un paesino abbarbicato alle montagne e a precipizio su un lago, le cui acque sembrano inghiottire la luce del sole. Fortuna pensava di essere riuscita a scappare, di aver finalmente lasciato il passato alle spalle, spezzato i legami con ciò che resta della sua famiglia per rinascere a nuova vita, lontano. Ma nessun segreto può resistere all'erosione dell'acqua nera del lago. A richiamarla a Roccachiara è un ritrovamento, nel profondo del bosco, che potrebbe spiegare l'improvvisa scomparsa della sua migliore amica, Luce. O forse, a costringerla a quel ritorno è la forza invisibile che ha sempre unito la sua famiglia: tre generazioni di donne tenaci e coraggiose, ognuna a suo modo. E forse, questa volta, è giunta l'ora che Fortuna dipani i segreti nascosti nella storia della sua famiglia. Forse è ora che capisca qual è la natura di quella forza invisibile, per riuscire a darle un nome. Sperando che si chiami amore.

Probabilmente se non fosse stato per la challenge LGS e per la Lega dei Lettori 2.0 non avrei letto questo libro e sarebbe stato assolutamente un peccato, perché l'ho apprezzato molto!!!
Su questo libro avevo letto pareri discordi e appunto per questo ero molto curiosa di leggerlo, per farmene una mia opinione personale!
Lo stile di scrittura di Valentina D’Urbano è scorrevole e molto piacevole, il libro scorre velocemente e le storie di queste tre donne Elsa, Onda e Fortuna coinvolgono il lettore!
Questo romanzo si svolge in un paesino Roccachiara chiuso su se stesso, dove gli abitanti non amano la diversità delle persone come Elsa, Onda e Fortuna, in questo libro vengono descritti sapientemente le mentalità “chiuse” e “arcaiche” di certe realtà. Le tre donne vengono infatti descritte come “streghe” e lasciate a se stesse, fino a quando Fortuna non incontra a scuola Maria Luce e parte una strana amicizia tra le due bambine
Aveva un odore strano. Non riuscivo ad accettarla fino in fondo. 
Però mi voleva bene, e le persone che ti vogliono bene non le scegli tu.
 Sono loro che scelgono te, e non puoi fargli cambiare idea, mai. 
Non ti dimenticheranno e non smetteranno mai di volerti bene. 
O di voler bene al tuo ricordo.
La vicenda parte dal ritorno di Fortuna a Roccachiara dopo 10 anni, tornata in seguito al ritrovamento di un cadavere che crede sia quello di Luce, da quel momento Fortuna racconta la storia delle tre donne della propria famiglia, una famiglia composta di sole donne, la nonna Elsa, la madre Onda e infine lei.....
Questo libro rimane misterioso fino all’ultima pagina e il finale non è assolutamente scontato, anzi ti lascia interdetto perché, almeno io, non me lo aspettavo, e l’ho apprezzato molto, non il classico libro con il finale scontato!

Reading Challenge LGS - Libro bonus

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento