domenica 16 ottobre 2016

LETTURE: Ricatto di Natale di L.D. Blooms #71

Buona sera!!
Questi ultimi giorni sono stati piuttosto intensi, tra impegni vari, ma il tempo per leggere qualcosa c'è sempre...ed ho terminato questo libro:



Se c’è una cosa che Ivy Winters detesta con una passione tale da renderla la versione femminile più carina del Grinch, quella è la stagione natalizia. 
Ivy odia il Natale con tutti e cinque i sensi: dalle canzoni, ai film; dalle decorazioni, alle luci, passando per le pietanze tipiche e le bevande, non c’è una sola cosa che sopporti!
Un’infanzia solitaria e durissima, trascorsa a prendersi cura di sé e della sognante e iper-positiva sorella maggiore, Misha, l’ha resa ribelle e irriverente e le ha lasciato un’antipatia smodata per le festività di Dicembre, e per il Governo.
Nicholas Jensen sarebbe un uomo normale, se non fosse una star del cinema famosa in tutto l’universo conosciuto in grado di scatenare un tifone ormonale con il semplice sbattere delle sue ciglia; divide il suo tempo fra Los Angeles e New York e si aspetta di passare Dicembre in modo tranquillo e, chissà, magari anche noioso, ma i suoi piani vanno in fumo quando nella sua vita come un tornado di umorismo sarcastico e pessimista arriva Ivy.
Ma che cosa può aver messo sulla strada del bell'attore dalla vita all'apparenza perfetta una cyber-attivista con una fedina penale lunga un chilometro, i federali sempre alle calcagna, la fastidiosa abitudine di inventarsi parole che non esistono e un bagaglio emozionale così grosso da poter riempire per intero la stiva di un Boeing 747?
E perché sono costretti a passare il mese di Dicembre in mezzo al nulla, nella fredda, nevosa e minuscola città di Havenford, Connecticut?

Solitamente quando acquisto i libri la prima cosa che mi attira è la copertina, questa volta invece cercavo un libro ambientato nel periodo Natalizio per la challenge LGS e quindi ho scelto questo.
Ivy è il Grinch in tutto e per tutto...odia il Natale, ma non solo quello...è rabbiosa, e negativa su tutto, mentre sua sorella Misha è l'esatto opposto...come fanno due sorelle ad essere così diverse tra loro?? 
Nonostante tutto l'ottimismo del mondo però Misha non può fare nulla contro una malattia incurabile...e lascia la figlioletta Emma ad Ivy che sa bene cosa si prova ad essere orfane e sbattute tra una famiglia affidataria e l'altra!
Ivy proprio perché ha passato in prima persona un'infanzia turbolenta e senza genitori, decide di fare qualsiasi cosa per ottenere l'affidamento della nipotina, perfino ricorrere al ricatto...
Nicholas ha la sfortuna di essere stato fotografato con l'amica di Ivy e di essere il primo uomo che le viene in mente quando l'assistente sociale le chiede che qualcuno garantisca per lei...
Per costringere Nicholas ad assecondare il suo folle piano, lo fotografa in un atteggiamento alquanto compromettente...a questo punto Nicholas non può certo rifiutarle il suo aiuto...

Non ti preoccupare, Monica. Ti assicuro che
la mia Vivy righerà dritto. Non c'è niente
che non farebbe per Emma, potrei giurarlo
sulla Bibbia in una corte giudiziaria se fosse
necessario.

Nicholas oltre ad essere bellissimo, tanto da lasciare le donne a bocca aperta, è anche una super star assolutamente alla mano, con dei sani principi, che controbilancia il personaggio negativo di Ivy.

Già le era risultato faticoso guidare e
mantenere l'attenzione in mezzo a tutto
quel bianco che cominciava a farle lacrimare
gli occhi, figuriamoci se si fosse messa 
pure ad ascoltare canzoni di Natale,
come minimo sarebbero finiti contro un
albero!

Non mi piacciono i prepotenti e non sopporto
le ingiustizie, Ivy...sono rimasto
perché ti capisco. Lo so...non ti sembra
possibile, ma è così.

Il libro mi è piaciuto, è scorrevole e si legge velocemente, ma il finale mi ha lasciato l'amaro...lo speravo diverso...risulta quasi incompleto come se avesse vinto il Sistema e non l'Amore, forse perché io quando leggo un libro mi aspetto sempre il lieto fine a tutti i costi...forse sono troppo "sdolcinata", ma da un romanzo così mi aspettavo una fine diversa! Forse però questo finale inaspettato è un modo dell'autrice di non essere scontata e banale!
In complesso il libro si legge volentieri e non ti annoi durante la lettura, soprattutto per chi come me ama l'ironia dei due personaggi!
Mi sono "innamorata" di Nicholas e nello stesso tempo ho apprezzato tantissimo anche Ivy che nonostante la sua aria da Grinch ha un cuore d'oro!
Questo libro lo consiglierei a chi cerca un libro d'amore, ma non troppo "sdolcinato" e "melenso"...a chi cerca un po' di brio nella storia d'amore...e a chi cerca un finale che ti sorprenda!


Challenge LGS - Un libro ambientato a Natale

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento