martedì 28 giugno 2016

Projetc Life: Sketches in Thyme PL...Legoland

Ciao a tutti!
Ho iniziato a fare l'album con le foto di Legoland e questa volta ho voluto realizzarlo in formato di project life, non però nel classico formato 30x30....bensì in quello 10x10, insomma delle micro foto, però devo dire che è carinissimo e mi piace lavorare sul formato più piccolo :D
Avevo da tempo immemore un album della We'r memory keepers e quale migliore occasione per utilizzarlo??
Per il momento vi faccio vedere la prima pagina, realizzata seguendo questo sketches:


e sul blog Sketches in Thyme Project Life Style potrete trovare tutte le interpretazioni delle mie colleghe di DT......e questa è la mia....



In questo formato, le foto la fanno da protagonista e mi piace proprio tanto anche per quello.....

A presto!

lunedì 20 giugno 2016

Letture: La tristezza ha il sonno leggero di L. Marone #42

Ariciao!
Di nuovo qua....ma prometto che è l'ultimo libro, poi per questo trimestre ho terminato....si riparte con i nuovi vincoli da mercoledì ;)



Erri Gargiulo ha due padri, una madre e mezza e svariati fratelli. È uno di quei figli cresciuti un po’ qua e un po’ là, un fine settimana dalla madre e uno dal padre. Sulla soglia dei quarant’anni è un uomo fragile e ironico, arguto ma incapace di scegliere e di imporsi, tanto emotivo e trattenuto che nella sua vita, attraversata in punta di piedi, Erri non esprime mai le sue emozioni ma le ricaccia nello stomaco, somatizzando tutto. Un giorno la moglie Matilde, con cui ha cercato per anni di avere un bambino, lo lascia dopo avergli rivelato di avere una relazione con un collega. Da quel momento Erri non avrà più scuse per rimandare l’appuntamento con la sua vita. E deciderà di affrontare una per una le piccole e grandi sfide a cui si è sempre sottratto: una casa che senta davvero sua, un lavoro che ami, un rapporto con il suo vero padre, con i suoi irraggiungibili fratelli e le sue imprevedibili sorelle. Imparerà così che per essere soddisfatti della vita dobbiamo essere pronti a liberarci del nostro passato, capire che noi non siamo quello che abbiamo vissuto e che non abbiamo alcun obbligo di ricoprire per sempre il ruolo affibbiatoci dalla famiglia. E quando la moglie gli annuncerà di essere incinta, Erri sarà costretto a prendere la decisione più difficile della sua esistenza…

Ho sentito parlare tantissimo di Lorenzo Marone, un caso letterario, e siccome si sa la curiosità è donna ho deciso di acquistare l'ultimo libro uscito e di leggerlo....per vedere se con tutto questo parlarne ne vale veramente la pena, e devo dire che effettivamente il libro ha un suo perché, la scrittura è fluida e sciolta.
La storia di Erri.....la storia un po' di molti, che non sanno dire no, che non sanno esprimere la propria opinione, è più facile seguire la strada più semplice anziché quella complicata....
E' difficile parlare di questo libro senza svelarne la trama, l'unica cosa che vi posso consigliare è quella di leggerlo!
In genere io quando leggo un libro non sottolineo quasi mai i passaggi più salienti, non mi viene automatico, ed invece in questo romanzo non ho potuto farne a meno....

ci si può sempre rialzare da una caduta finché c'è ancora
un sogno di scorta da rincorrere.

Avendo letto questo libro ed avendolo molto apprezzato, dovrò acquistare anche il primo :)

Reading Challenge LGS - Un libro pubblicato nel 2016

A presto!

domenica 19 giugno 2016

Letture: Scrivere è un mestiere pericoloso di A. Basso #41

Eccomi qua di nuovo :)
Nuovamente a parlarvi di un libro....un meraviglioso libro....



Un gesto, una parola, un’espressione del viso. A Vani bastano piccoli particolari per capire una persona, per comprenderne il modo di pensare. Una dote speciale di cui farebbe volentieri a meno. Perché Vani sta bene solo con sé stessa, tenendo gli altri alla larga. Ama solo i suoi libri, la sua musica e i suoi vestiti inesorabilmente neri. Eppure, questa innata empatia è essenziale per il suo lavoro: Vani è una ghostwriter di una famosa casa editrice. Un mestiere che la costringe a rimanere nell'ombra. Scrive libri al posto di altri autori, imitando alla perfezione il loro stile. Questa volta deve creare un ricettario dalle memorie di un’anziana cuoca. Un’impresa più ardua del solito, quasi impossibile, perché Vani non sa un accidente di cucina, non ha mai preso in mano una padella e non ha la più pallida idea di cosa significhino termini come scalogno o topinambur. C’è una sola persona che può aiutarla: il commissario Berganza, una vecchia conoscenza con la passione per la cucina. Lui sa che Vani parla solo la lingua dei libri. Quella di Simenon, di Vázquez Montalbán, di Rex Stout e dei loro protagonisti amanti del buon cibo. E, tra un riferimento letterario e l’altro, le loro strambe lezioni diventano di giorno in giorno più intriganti. Ma la mente di Vani non è del tutto libera: che le piaccia o no, Riccardo, l’affascinante autore con cui ha avuto una rocambolesca relazione, continua a ripiombarle tra i piedi. Per fortuna una rivelazione inaspettata reclama la sua attenzione: la cuoca di cui sta raccogliendo le memorie confessa un delitto.

Ho letto il primo libro su Vani grazie alla challenge LGS e l'ho adorato (qui il primo post).
Ho adorato Vani Sarca nel primo libro e continuo ad adorarla nel secondo.....spero tanto che il prossimo libro non tardi ad uscire, sono già in crisi di astinenza!!!
Con Vani non ci si annoia MAI, si ride veramente tanto!!!

Vani Sarca, signori. La donna
che quando hanno distribuito
l'integrazione sociale era a 
casa a leggere Salinger.

Oltre a Vani adoro (lo so sto usando questo termine in continuazione in questo post ma che ci posso fare!!) il commissario Berganza! L'unico credo che possa chiedere qualsiasi cosa a Vani chissà perché......io spero tanto che alla fine finiscano insieme....perché sono una splendida coppia!! 

Forse ho detto di sì solo
perché è una cosa nuova, e
perché Berganza è una delle
poche persone al mondo che
non mi dispiacciono. E forse
perché Berganza mi sembra
al momento l'unica persona
al mondo al di sopra dei
quindici anni cui non
dispiaccio io.

In questo libro torna purtroppo anche la figura di Riccardo (l'ex fidanzato di Vani).....insomma un qualche elemento di disturbo ci deve essere....ma a essere sincera mi sta proprio antipatico!!!

La storia questa volta ruota attorno alla scrittura di un libro di cucina......forse un po' una ripicca di Enrico a cui ha scucito un aumento di stipendio, dato che sa benissimo che Vani non sa assolutamente cucinare.....e lei quando scrive un libro ha bisogno di imparare per bene ciò di cui scrive, e chi può aiutarla in questo se non il commissario Berganza....
Vani deve intervistare l'anziana cuoca di una delle più importanti famiglie torinesi, che durante una delle interviste dichiara di avere ucciso Adriano Giay Marin e da qui parte la sua indagine, nella Torino bene in cui non si sente per nulla a suo agio....

Reading Challenge LGS - Un libro pubblicato nel 2016

A presto!

Letture: Gli effetti speciali dell'amore di A. Iezzi #40

Buona sera!!
Ve l'ho detto sono rimasta indietro con le recensioni e quindi stasera che sono ancora carica dal meeting in Toscana cerco di rimettermi in pari ;) almeno lascio a Daniela qualche giorno di tempo per aggiornare il file :D



Ashley Morgan ha ventiquattro anni, una grande passione per i libri e una laurea in economia, che ha conseguito al solo scopo di compiacere il padre, proprietario di una famosa azienda dolciaria, di cui è certa di prendere il posto. E invece, del tutto inaspettatamente, il padre decide di affidare la guida della società a Jaime Standley, che lavora al suo fianco da molti anni e ne è diventato il braccio destro. Di fronte a quel gesto Ashley chiude i rapporti con lui. Passano gli anni, durante i quali padre e figlia perdono quasi ogni contatto, fino a quando il signor Morgan muore, lasciandole una cospicua eredità. Alla lettura del testamento un’altra sorpresa attende Ashley: a lei andranno il conto in banca, la casa di famiglia e una quota di minoranza della società, a Jaime la maggioranza delle azioni e il compito di gestire e amministrare la Morgan&Hall. Ma solo a una condizione: che per un anno i due beneficiari lavorino insieme e risiedano sotto lo stesso tetto. Ashley si sente ingannata e truffata: Jaime è un impostore e lei gliela farà pagare. Ma la convivenza forzata qualche volta può rivelarsi assolutamente imprevedibile…

Storia molto carina e "leggera" come dicevo nel post precedente proprio quello che mi ci vuole in questo periodo!!
Il personaggio femminile Ashley è la classica snob viziata, di solito in tutti i romanzi d'amore è la donna che insegue l'uomo e che si dichiara innamorata, invece qui è il contrario.....è Jaime che la insegue nonostante Ashley sia una "ragazzina viziata"...

Probabilmente ho iniziato a detestarlo
solo perchè, nonostante la mia laurea a
pieni voti, mio padre ha voluto comunque
lasciare l'azienda dolciaria a uno che non
ne sapeva proprio un bel niente di
contabilità o bilanci, ma che s'intendeva a 
meraviglia di dolci.

In questo romanzo il personaggio femminile ti colpisce per la sua antipatia, verso la fine si riscatta un poco, ma rimane pur sempre una ragazza viziata dalla vita facile che ha avuto fino a quel momento!!
Nel complesso però il libro mi è piaciuto, si legge velocemente ed è molto scorrevole!

Reading Challenge LGS - Libro bonus

A presto!

Letture: Storie di una ladra di libri di Markus Zusak #39

Buona sera!
La scadenza del secondo trimestre della challenge LGS si avvicina e quindi devo terminare di "recensire" i libri che ho letto...e con questo termino gli obiettivi....


È il 1939 nella Germania nazista. Tutto il Paese è col fiato sospeso. La Morte non ha mai avuto tanto da fare, ed è solo l'inizio. Il giorno del funerale del suo fratellino, Liesel Meminger raccoglie un oggetto seminascosto nella neve, qualcosa di sconosciuto e confortante al tempo stesso, un libriccino abbandonato lì, forse, o dimenticato dai custodi del minuscolo cimitero. Liesel non ci pensa due volte, le pare un segno, la prova tangibile di un ricordo per il futuro: lo ruba e lo porta con sé. Così comincia la storia di una piccola ladra, la storia d'amore di Liesel con i libri e con le parole, che per lei diventano un talismano contro l'orrore che la circonda. Grazie al padre adottivo impara a leggere e ben presto si fa più esperta e temeraria: prima strappa i libri ai roghi nazisti perché "ai tedeschi piaceva bruciare cose. Negozi, sinagoghe, case e libri", poi li sottrae dalla biblioteca della moglie del sindaco, e interviene tutte le volte che ce n'è uno in pericolo. Lei li salva, come farebbe con qualsiasi creatura. Ma i tempi si fanno sempre più difficili. Quando la famiglia putativa di Liesel nasconde un ebreo in cantina, il mondo della ragazzina all'improvviso diventa più piccolo. E, al contempo, più vasto. Raccontato dalla Morte - curiosa, amabile, partecipe, chiacchierona - "Storia di una ladra di libri" è un romanzo sul potere delle parole e sulla capacità dei libri di nutrire lo spirito.

Sinceramente avevo tantissime aspettative per questo libro, ma purtroppo mi ha deluso!
Mi piace molto leggere della seconda guerra mondiale, documentarmi, e in questo caso la possibilità di leggere un libro dalla parte dei tedeschi mi intrigava moltissimo, purtroppo non mi è piaciuto come speravo, anzi ho fatto molta fatica a terminarlo....io che di solito un libro lo "divoro" in pochi giorni.....
La cosa che mi ha lasciata più perplessa e che mi ha reso più difficoltosa la lettura è stata che la voce narrante è la Morte e quindi tutto viene narrato senza sentimenti, senza coinvolgimento.....
Sicuramente le letture devono essere fatte quando si è "pronti" e probabilmente io in questo periodo avevo più bisogno di cose "leggere" ed è per quello che forse non l'ho apprezzato....proverò a rileggerlo in un futuro, non si sa mai ;)

Reading Challenge LGS - Un libro che abbia vinto un premio letterario

A presto!

ASI: Resoconto meeting Toscana

Buona sera!!
Eccomi qua a parlarvi del bellissimo meeting di oggi.....come al solito l'atmosfera che si respira ai meeting è meravigliosa e ti ricarica nonostante i km che si fanno per arrivare!!!
Io come al solito non faccio foto....me ne dimentico sempre, troppo presa dai progetti, dalle chiacchiere e dalle risate!

Questa mattina siamo partiti alle 8......a seguito anche marito e bambini che poi hanno proseguito fino a Prato dalla zia intanto che la mamma ricaricava le batterie ;)

Ed ecco qua alcune foto del meeting prese tra quelle fatte dalle altre ragazze ;)






Eravamo tantissime!! Un bellissimo gruppo! E le risate non sono mancate.....abbiamo addirittura cantato ;)
Come sempre si torna a casa con il morale risollevato e spesso con un bel po' di soldini in meno......anche se io questa volta sono stata veramente MOLTO brava!!!

E non potevano mancare i pensierini tantissimi e bellissimi....tutti in una foto non ci stavano.....


Il concorso e lo swap che divertono sempre.....i segnalibri erano molto belli e originali, il mio lo avete visto nel post precedente che potete trovare qui.....e quello che ho vinto è questo:


E poi due amiche che ti pensano e ti portano un pensierino.....GRAZIE!!



Tirando le somme una bellissima giornata in cui mi sono divertita tantissimo, in cui ho rivisto amiche che era un po' che non vedevo, in cui ho conosciuto persone nuove......insomma una MERAVIGLIA!
Grazie a tutti!!!

A presto!!

ASI: Preparativi meeting Toscana 19/06

Buongiorno a tutti!!
Vi avverto in anticipo il post è pianificato....perché mentre qui verrà pubblicato io sarò già arrivata a Firenze a godermi la giornata scrapposa con le amiche e a fare un meraviglioso mini album con Cristina Sales....

In questo post volevo farvi vedere cosa ho preparato come pensierini per le altre partecipanti....



Per realizzarli ho utilizzato una fustella di Tim Holtz in cui ho fatto un foro in cui ho messo un fermacampione dorato e sistemato su una carta da gioco ;) mi sembrava un'idea carina per presentarli....

Ed ora vi mostro anche il segnalibro che ho realizzato per il concorso:






Una carrellata di foto per questo segnalibro ;)
Ho utilizzato un timbro Gorjuss che ho tagliato per dividere i libri dalla bimba, altrimenti era troppo alta per la mia tag :D e per dare un effetto 3D...ho colorato con i pastelli e il gioco è fatto.....
A me non dispiace il risultato finale....siccome il segnalibro doveva essere a tema estate ho cercato di utilizzare dei colori tenui....che a me ricordano tanto l'estate e il cielo azzurro.....

Con questo segnalibro ne approfitto per partecipare al Grande Gioco dello Scrapbooking, come vincolo avevo dymo ;)

A presto!

martedì 14 giugno 2016

Art Journal: Il titolo di un libro

Buongiorno a tutti!!
In questo periodo ho una gran voglia di "pasticciare" con i colori, senza dover prendere misure precise, in base a quello che mi suggerisce l'istinto, quindi quale miglior cosa dell'art journal???
Qui avevate visto come avevo iniziato il mio quaderno creato ad un meeting con la mitica Giusi.....ed ecco a voi la seconda pagina che ho realizzato:







Per realizzare questa pagina ho preso alcune citazioni da un bellissimo libro che ho letto nell'ultimo periodo e la cui recensione potete trovarla qui
Questo libro mi aveva fatto riflettere su alcune cose ed ho voluto riportarmi nel mio quaderno le frasi che ritenevo più belle e significative.....intanto ne ho approfittato per andare avanti nel Grande Gioco dello Scrapbooking in cui ero ferma già da un po' ;)

Mi sono divertita tantissimo a creare questo sfondo, ho attaccato sulle pagine della carta scrap che non mi piaceva più (maledetti acquisti compulsivi eheheheh) su cui ho steso alcune mani di gesso e una volta asciutto mi sono divertita con i dylusions paint e i distress paint.
Ho poi realizzato due stencil con la pasta sabbia di Tommy e applicato al centro i distress glitter in modo che non si vedesse molto lo stacco delle pagine e poi mi sono divertita con alcune fustelle de La Coppia Creativa.....

Con questa pagina partecipo a:
La Coppia Creativa - galleria di giugno
Art in all round - Anything goes
Grande Gioco dello Scrapbooking - scrappa il titolo di un libro

A presto!

Letture: Dentro soffia il vento di F. Diotallevi #38

Buongiorno a tutti!
Questa notte ho terminato di leggere un altro libro bonus per la challenge LGS.....questo trimestre sono rimasta molto indietro e non riuscirò a leggere tutto....ma ci sto provando negli ultimi giorni disponibili :D



In un avvallamento tra due montagne della Val d'Aosta, al tempo della Grande Guerra, sorge il borgo di Saint Rhémy: un piccolo gruppo di case affastellate le une sulle altre, in mezzo alle quali spunta uno sparuto campanile. Al calare della sera, da una di quelle case, con il volto opportunamente protetto dall'oscurità, qualche "anima pia" esce a volte per avventurarsi nel bosco e andare a bussare alla porta di un capanno dove vive Fiamma, una ragazza dai capelli così rossi che sembrano guizzare come lingue di fuoco in un camino. Come faceva sua madre quand'era ancora in vita, Fiamma prepara decotti per curare ogni malanno: asma, reumatismi, cattiva digestione, insonnia, infezioni... Infusi d'erbe che, in bocca alla gente del borgo diventano "pozioni" approntate da una "strega" che ha venduto l'anima al diavolo. Così, mentre al calare delle ombre gli abitanti di Saint Rhémy compaiono furtivi alla sua porta, alla luce del sole si segnano al passaggio della ragazza ed evitano persino di guardarla negli occhi. Il piccolo e inospitale capanno e il bosco sono perciò l'unica realtà che Fiamma conosce, l'unico luogo in cui si sente al sicuro. La solitudine, però, a volte le pesa addosso come un macigno, soprattutto da quando Raphael Rosset se n'è andato. Era inaspettatamente comparso un giorno al suo cospetto, Raphael, quando era ancora un bambino sparuto, con una folta matassa di capelli biondi come il grano e una spruzzata di lentiggini sul naso a patata...

Ho iniziato a leggere questo libro ieri mattina e finito in nottata.....dovevo assolutamente terminarlo prima di dormire!!
Ho letto questo libro subito dopo Acquanera e subito ho pensato che avrebbero parlato bene o male delle stesse cose, ragazze emarginate perché ritenute "streghe" e invece due libri uno l'opposto dell'altro.... In "Dentro soffia il vento" c'è una bellissima storia d'amore e di amicizia......
La cosa che mi è piaciuto moltissimo è la narrazione dalla parte di vista di tre personaggi Don Agape, il nuovo parroco del piccolo paese, Fiamma, la ragazza che tutti additano come strega e Yann il fratello zoppo di Raphael Rossett morto in guerra e unico amico di Fiamma.

Don Agape quando arriva nel borgo di Saint Rhémy è succube del suo predecessore, fa esattamente ciò che lui gli chiede, ma grazie al rigido inverno su quei monti inospitali capisce la sua vera vocazione....

La storia era piena di errori commessi da
uomini che avevano dato più credito alle
credenze popolari che all'intelletto.

Fiamma è una ragazza sola, che tutti credono una strega perchè vive tutta sola in una capanna in mezzo al bosco e che cura gli abitanti del villaggio grazie alle erbe che raccoglie nei boschi. E' una ragazza testarda e cocciuta, ma anche bisognosa di amore....di essere ricambiata dal suo grande amore...

Non lasciare che qualcuno ti dica in cosa
credere, ragiona con la tua testa, segui l'istinto

Yann è un uomo duro, provato dagli eventi della vita, è rimasto zoppo in seguito ad un incidente in montagna e a salvargli la vita è stata proprio Fiamma e sua madre, si incolpa per la morte del fratello perchè si sente responsabile per non essere andato in guerra, per non averlo protetto dal mondo

La sua perdita aveva lasciato una
voragine dietro di sè, e in quella voragine
stavo cercando di sopravvivere. 

Un libro meraviglioso, da leggere assolutamente!!!

Reading Challenge LGS - Libro bonus

A presto!

Letture: Acquanera di Valentina D'Urbano #37

Buongiorno a tutti!
Ho terminato di leggere un libro per la challenge LGS, si tratta di Acquanera di Valentina D'Urbano....


È un mattino di pioggia gelida, che cade di traverso e taglia la faccia, quello in cui Fortuna torna a casa. Sono passati dieci anni dall'ultima volta, ma Roccachiara è rimasto uguale a un tempo: un paesino abbarbicato alle montagne e a precipizio su un lago, le cui acque sembrano inghiottire la luce del sole. Fortuna pensava di essere riuscita a scappare, di aver finalmente lasciato il passato alle spalle, spezzato i legami con ciò che resta della sua famiglia per rinascere a nuova vita, lontano. Ma nessun segreto può resistere all'erosione dell'acqua nera del lago. A richiamarla a Roccachiara è un ritrovamento, nel profondo del bosco, che potrebbe spiegare l'improvvisa scomparsa della sua migliore amica, Luce. O forse, a costringerla a quel ritorno è la forza invisibile che ha sempre unito la sua famiglia: tre generazioni di donne tenaci e coraggiose, ognuna a suo modo. E forse, questa volta, è giunta l'ora che Fortuna dipani i segreti nascosti nella storia della sua famiglia. Forse è ora che capisca qual è la natura di quella forza invisibile, per riuscire a darle un nome. Sperando che si chiami amore.

Probabilmente se non fosse stato per la challenge LGS e per la Lega dei Lettori 2.0 non avrei letto questo libro e sarebbe stato assolutamente un peccato, perché l'ho apprezzato molto!!!
Su questo libro avevo letto pareri discordi e appunto per questo ero molto curiosa di leggerlo, per farmene una mia opinione personale!
Lo stile di scrittura di Valentina D’Urbano è scorrevole e molto piacevole, il libro scorre velocemente e le storie di queste tre donne Elsa, Onda e Fortuna coinvolgono il lettore!
Questo romanzo si svolge in un paesino Roccachiara chiuso su se stesso, dove gli abitanti non amano la diversità delle persone come Elsa, Onda e Fortuna, in questo libro vengono descritti sapientemente le mentalità “chiuse” e “arcaiche” di certe realtà. Le tre donne vengono infatti descritte come “streghe” e lasciate a se stesse, fino a quando Fortuna non incontra a scuola Maria Luce e parte una strana amicizia tra le due bambine
Aveva un odore strano. Non riuscivo ad accettarla fino in fondo. 
Però mi voleva bene, e le persone che ti vogliono bene non le scegli tu.
 Sono loro che scelgono te, e non puoi fargli cambiare idea, mai. 
Non ti dimenticheranno e non smetteranno mai di volerti bene. 
O di voler bene al tuo ricordo.
La vicenda parte dal ritorno di Fortuna a Roccachiara dopo 10 anni, tornata in seguito al ritrovamento di un cadavere che crede sia quello di Luce, da quel momento Fortuna racconta la storia delle tre donne della propria famiglia, una famiglia composta di sole donne, la nonna Elsa, la madre Onda e infine lei.....
Questo libro rimane misterioso fino all’ultima pagina e il finale non è assolutamente scontato, anzi ti lascia interdetto perché, almeno io, non me lo aspettavo, e l’ho apprezzato molto, non il classico libro con il finale scontato!

Reading Challenge LGS - Libro bonus

A presto!

lunedì 13 giugno 2016

Card: matrimonio

Buongiorno a tutti!
E' qualche giorno che non scrivo, ma siamo stati a Legoland in Germania con i bambini....una mini-vacanza....ed ora mi sono messa sotto che devo preparare un bel po' di cose :)
Intanto ecco qua una card per un matrimonio:





Questa volta ho preferito non colorare il timbro e lasciarlo al naturale, Ho dato una nota di colore con i fiori de La Coppia Creativa stampati con i distress ink...

Con questa card partecipo a:
La Coppia Creativa - Galleria di giugno

A presto!

lunedì 6 giugno 2016

Letture: Non lasciarmi di K. Ishiguro #36

Buongiorno a tutti!
Ecco un altro libro letto diverso tempo fà grazie a #librosparpagliato su LGS.....questo libro mi ci è voluto diverso tempo per metabolizzarlo....non è una storia "leggera"....


Kathy, Tommy e Ruth vivono in un collegio, Hailsham, immerso nella campagna inglese. Non hanno genitori, ma non sono neppure orfani, e crescono insieme ai compagni, accuditi da un gruppo di tutori, che si occupano della loro educazione. Fin dalla più tenera età nasce fra i tre bambini una grande amicizia. La loro vita, voluta e programmata da un'autorità superiore nascosta, sarà accompagnata dalla musica dei sentimenti, dall'intimità più calda al distacco più violento. Una delle responsabili del collegio, che i bambini chiamano semplicemente Madame, si comporta in modo strano con i piccoli. Anche gli altri tutori hanno talvolta reazioni eccessive quando i bambini pongono domande apparentemente semplici. Cosa ne sarà di loro in futuro? Che cosa significano le parole "donatore" e "assistente"? E perché i loro disegni e le loro poesie, raccolti da Madame in un luogo misterioso, sono così importanti? Non lasciarmi è prima di tutto una grande storia d'amore. È anche un romanzo politico e visionario, dove viene messa in scena un'utopia al rovescio che non vorremmo mai vedere realizzata. È uno di quei libri che agiscono sul lettore come lenti d'ingrandimento: facendogli percepire in modo intenso la fragilità e la finitezza di qualunque vita.

Il libro è scritto veramente molto bene, nonostante la storia sia decisamente difficile l'autore riesce a coinvolgerti nella lettura, per capire effettivamente cosa hanno di "diverso" questi bambini!
Questo libro mi ha lasciato con una strana sensazione addosso, sicuramente l'ho letto in un periodo piuttosto difficile per me, e quindi prima di poter scrivere la recensione ho aspettato per metabolizzarlo, per rendermi effettivamente conto che era una storia irreale.....lo so che io mi faccio prendere "troppo" dai libri, ma io li vivo realmente, mi immedesimo talmente che mentre leggo mi sento lì con loro!!!
Kathy, Tommy e Ruth crescono a Hailsham un collegio da cui provengono i ricordi più belli che Kathy narra nel libro, ma un collegio che li cresce per non invecchiare, e loro ne sono consapevoli, sanno di essere stati creati per uno scopo più grande e addirittura alcuni ne sono orgogliosi!




Reading Challenge LGS - Un libro il cui autore/autrice abbia più di 60 anni


A presto!

Letture: Opposition J.L. Armentrout #35

Buongiorno a tutti!!
Sono rimasta nuovamente indietro con le mie recensioni....ok ce la posso fare anche perchè il 21 di giugno scade la seconda tappa della reading challenge LGS e volevo terminare di mandare le recensioni :D
Questa volta vi voglio parlare dell'ultimo libro della serie Lux di J.L. Armentrout



Quinto e ultimo libro della serie "Lux" aperta da Obsidian.

Daemon Black è scomparso nel nulla: da giorni Katy continua a scrutare il luogo in cui l’ha visto per l’ultima volta, sperando di veder apparire tra gli alberi il ragazzo di cui è perdutamente innamorata. Ma tutto rimane immobile nel bosco che circonda la baita in cui Katy si è rifugiata con Luc, Archer e Beth. Un silenzio irreale che non fa che aumentare i suoi timori. Da quella notte in cui migliaia di Luxen sono scesi sulla Terra, solcando il cielo come stelle cadenti, Daemon è sparito insieme a Dawson e Dee, per andare incontro alle schiere dei suoi simili. Mentre i nuovi arrivati si rivelano sempre più minacciosi, Katy non può fare a meno di chiedersi se Daemon tornerà davvero, e soprattutto se al ritorno sarà ancora lo stesso… E quando finalmente rivedrà i suoi magnetici occhi verdi, stenterà a credere a quello che sta accadendo: dopo tutto l’amore che li ha uniti, Daemon può davvero rinnegare il passato? Mentre il confine tra il bene e il male si assottiglia pericolosamente, Daemon e Katy sono di fronte alla prova più grande che abbiano mai immaginato. Un finale epico, sconvolgente e incredibilmente romantico per la saga più amata dai giovani lettori di tutto il mondo.


Va bhè io non sono una "giovane" lettrice (solo anagraficamente parlando....di testa sono rimasta ai miei 15 anni!!!), ma questa saga l'ho adorata, amata e come tutte mi sono innamorata di Daemon Black!!!
Finalmente dopo 5 libri il gran finale e l'happy ending per Daemon e Katy!
Il libro inizia esattamente dove era terminato Origin, quando tutti i fratelli Black richiamati da una forza più grande di loro raggiungono i luxen che stanno sbarcando sulla terra e lasciano Katy, Luc, Archer e Beth soli.....
Per chi ha letto tutta la serie in questo libro ci sono tali colpi di scena da tenerti con il fiato sospeso fino alla fine, alleanze che non credevo fossero possibili e come sempre il grandissimo amore tra i due protagonisti, più forte di tutto il resto, più forte addirittura del controllo della mente che esercitano i Luxen appena scesi sulla terra......
Il bello di questi libri è che nonostante siano 5, un numero non indifferente, non stancano ti tengono attaccati fino alla fine, finché non scopri cosa è successo a tutti i personaggi a cui ti sei affezionata! E dopo i finali mozzafiato di tutti gli altri libri in cui si lasciava sempre aperta la storia per il successivo, ora vederli finalmente felici ti rende dolce/amaro il lasciarli!

La vita era troppo breve e dolorosa per portare
rancore, specialmente verso qualcuno che non aveva colpe.

Bookopoly - Autori Americani - J.L. Armentrout

A presto!

Art Journal: Evoluzione Party sfida giugno

Buongiorno a tutti!
Da oggi parte una nuovissima avventura sul nuovo blog di Evoluzione Party ......una sfida tutti i mesi per farvi vedere i lavori del DT e per giocare anche con voi :)

Questa è la mia interpretazione del tema:



e qui le pagine:



Ho realizzato una pagina di Art Journal con una foto mia e dei miei bimbi quando erano più piccoli.....
Ho attaccato sulle pagine delle carte avanzate da un vecchio progetto e delle pagine di libri, poi ho passato due mani di gesso per uniformare il tutto, con il tampone per timbri docrafts ARTISTE ho sporcato in alcuni punti e utilizzando i timbri Kesi'art Hello Life e Never say never ho decorato le pagine.
Ho inoltre fustellato dal cartoncino kraft con la fustella de La Coppia Creativa Cornici dove ho scritto le "mie" caratteristiche, mentre dalla gomma crepla glitterata ho fustellato i cuori di Kesi'art

In un meeting ASI qui a Faenza mi sembra l'anno scorso avevo realizzato un bellissimo progetto con Giusi e questo era il risultato:


Un quaderno personalizzato per le mie pagine di Art Journal e quale miglior inizio se non quello con le sfide di Evoluzione Party!

Correte a vedere sul blog Evoluzione Party le interpretazioni delle mie colleghe di DT e partecipate numerosi alla sfida :)

A presto!

giovedì 2 giugno 2016

Card: Grazie Geva

Buona sera a tutti!
La scuola è quasi terminata.....ancora due giorni domani e lunedì e poi iniziano le tanto desiderate vacanze per i più piccoli, un po' meno per i genitori che si devono destreggiare tra lavoro e bambini a casa da scuola....insieme alla scuola terminano anche le attività extra-scolastiche e proprio per ringraziare la maestra di Inglese dei miei bimbi ho realizzato questa card:




Per realizzare questa card ho timbrato su un cartoncino bianco il timbro del fiore Altenew con 4 tonalità di distress ink sui toni dell'azzurro/blu, poi su cartoncino azzurro ho timbrato la scritta thanks embossata e ricoperta con il foil oro....

Una card molto semplice, ma l'effetto finale non mi dispiace.....per realizzarla ho cercato di seguire la sfida su Fusion Card Challenge


A presto!