sabato 31 dicembre 2016

RECAP LETTURE: Dicembre

Buona sera!!
Eccomi qua a ricapitolare le letture fatte in questo mese...sono iniziate le nuove challenge e quindi non ho proprio seguito la lista dei libri che avevo fatto a inizio mese (qui potete trovare il post)...


  1. La segretaria dello Scrittore di E. Attala-Perazzini
  2. Finché sarò tua figlia di E. Little
  3. L'ingrediente a sorpresa di C. Piantoni
  4. Amabili resti di A. Sebold
  5. Un ristretto in tazza grande di F.M.Rivalta
  6. La grammatica dell'amore di R. Carmona

Sono molto felice della quantità di letture che ho fatto quest'anno grazie alle challenge a cui ho partecipato, ne ho fatte ben 84...alcuni non li ho recensiti, per mancanza di tempo, magari appena avrò due minuti li riprenderò in mano e farò una recensione 😉...sempre se le challenge a cui partecipo mi lasceranno il tempo ahhaha dato che le letture sono tante...ma io sono temeraria 😆
Intanto volevo augurarvi una buona serata per questa fine d'anno e vi auguro un 2017 pieno e intenso di cose belle....

LETTURE: La grammatica dell'amore di Rocio Carmona #79

Ciao a tutti!!
Eccomi qua con l'ultima recensione del 2016...


Sinossi:
Irene è sola in Cornovaglia. I genitori si sono appena separati e lei è lontana da casa. Il suo unico amore è finito e lei ha paura di non saper tornare ad amare. Finché un giorno scopre la ‘grammatica dell’amore’, la lettura di sette grandi romanzi senza tempo, sette capolavori che le faranno ritrovare sé stessa e la voglia di tornare a sognare.
Sette letture che compongono la grammatica mdel più nobile sentimento al mondo al quale nessuno sa resistere... come a un buon romanzo.

Irene ha appena conosciuto l’amore ma non è andata come sperava. Dopo il divorzio dei suoi è stata spedita a studiare in Inghilterra, ma invece di rimettersi in sesto, la ragazza ha sofferto la sua prima grande delusione. Quello che dovrebbe essere il sentimento più nobile al mondo, per lei è solo
un miraggio, qualcosa di distante e incomprensibile. Ed è grazie al suo professore di inglese che intraprenderà un viaggio fondamentale, percorrendo chilometri e chilometri di parole che ridaranno il giusto peso a ciò che sente, disegnando per lei un cammino da vivere con l’intensità di un attimo perfetto e insostituibile. Perché, come le insegna il suo professore, la letteratura è vita e amore. E sarà un vero colpo di fulmine ciò che la trascinerà pagina dopo pagina. È attraverso la lettura di sette grandi capolavori della letteratura mondiale che la ragazza riuscirà a scrivere la propria personalissima
grammatica dell’amore. Saranno le parole di Tolstoj, Austen, Márquez e Murakami, fra gli altri, ad accompagnarla in questa esperienza vitale e memorabile.

Recensione:
Ho scelto questo libro per la challenge di lettura La Ruota delle Letture poiché ero capitata su copertina nera, inoltre era perfetta per legarla anche ad un'altra challenge The Hunting Word Challenge, ho scelto senza leggere la sinossi, della serie ad occhi chiusi!
Questo libro parla dei "drammi" di una sedicenne, con i primi problemi di cuore, i primi innamoramenti.
Irene è una ragazza seria, con la testa sulle spalle, che ama leggere e correre, con una separazione dei suoi genitori alle spalle che le ha lasciato un po' di amaro...dopo il divorzio i genitori la mandano a studiare in Cornovaglia, ma qui Irene si sente Straniera...
Irene è una ragazzina che si sente sola e quindi si appoggia a chiunque le rivolga un po' di attenzione...inizialmente Liam (il ragazzo più popolare della scuola), ma dal quale subisce la prima grande delusione della sua vita, a questo punto è proprio il suo professore di grammatica Hugues ad aiutarla, proponendole ogni settimana di discutere di un libro d'amore..."la grammatica dell'amore":
  1. A sud del confine, a ovest del sole di Haruki Murakami
  2. Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen (peccato che l'autrice chiama Mr. Darcy Mark come in Bridjet Jones 😊)
  3. Lettera di una sconosciuta di Stefan Zweig
  4. Anna Karenina di Lev Tolstoj
  5. I dolori del giovane Werther di Goethe
  6. Jane Eyre di Charlotte Bronte
  7. L'amore ai tempi del colera di Gabriel Garcìa
Sinceramente ammetto la mia ignoranza, non ho letto nessuno di questi libri, ma spero di riuscire a rimediare presto, almeno qualcuno mi ha proprio incuriosita...
Questo libro è carino, ma se devo essere sincera, è un poco pesante per i miei gusti, parlano molto di libri è vero, ma questo parlarne risulta secondo me un po' noioso a lungo andare...a un certo punto non vedevo l'ora di arrivare alla fine, ma non per sapere come andava a finire, semplicemente per poter smettere di leggerlo...
I personaggi sono ben delineati, ma parlando di ragazzini per la maggior parte, sono personaggi "infantili" come Martha la compagna di stanza di Irene, o Josh il bibliotecario, che a volte ti verrebbe voglia di prendere a schiaffi...
La conclusione ovviamente è a lieto fine, ma dopo la lunghezza del libro, mi è sembrata un po' tirata via, tanto per concludere il libro...

La ruota delle letture - copertina nera
The Hunting Word Challenge - parola CUORE (correlazione nel titolo e disegnata in copertina)

A presto!

CALENDARIO AVVENTO: from day #15 to day #24

Ciao a tutti!!
E' arrivato anche l'ultimo giorno di questo 2016, che ha portato tante novità e tante cose belle e brutte...aspettando il 2017 vi voglio mostrare le meraviglie ricevute per il calendario dell'avvento!

Giorno 15 dicembre
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 16 dicembre
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 17 dicembre
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 18 dicembre:
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 19 dicembre:
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 20 dicembre
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 21 dicembre
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 22 dicembre
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 23 dicembre
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 24 dicembre
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Grazie di cuore per questi meravigliosi regali!! Mi sono sentita coccolata, e nel periodo di Natale ne ho proprio bisogno 😉
I regali del giorno di Natale ve li mostrerò nell'anno nuovo eheheheh

A presto!!

martedì 27 dicembre 2016

LETTURE: Un ristretto in tazza grande di Federico Maria Rivalta #78

Ciao a tutti!!
Complici le nuove challenge le mie letture procedono spedite, ho realizzato anche una pagina qui sul blog dove potete trovare come procedono le mie partecipazioni, sempre che vi interessi 😉, intanto vi volevo parlare dell'ultimo libro appena terminato:


Sinossi:
Un giallo che non si legge....si divora!!!
Tra le colline del Parco dei Colli Euganei, vicino a Padova, una serie di omicidi scuote alle fondamenta la tranquilla e rilassata routine quotidiana dei soci del Golf Club Frassanelle. Ben presto si scatena una caccia all'uomo in cui si confondono preda e cacciatore. Un frenetico susseguirsi di eventi imprevedibili, raccontati con ironia e fatalismo, scandisce il ritmo che trasporterà protagonisti e lettori, come in una sequenza allo specchio, verso l'epilogo finale.

Recensione:
Per questo libro ho trovato molte recensioni negative, per fortuna non mi sono lasciata influenzare e l'ho letto comunque, a me il libro è piaciuto, e l'ho realmente divorato, dato che l'ho iniziato ieri e oggi l'ho terminato!
Riccardo Ranieri si trova suo malgrado coinvolto nel ritrovamento di un cadavere all'interno della sauna del golf club che frequenta, ma gli omicidi non si fermano e Riccardo è quasi sempre presente sulla scena del crimini...fino ad essere addirittura lui, una vittima, per fortuna con solo qualche danno alla mano destra...
Leggendo questo libro mi è venuto in mente quello che mi diceva una cara amica sui veneti (che ha vissuto per molto tempo in veneto) e che sono persone chiuse, che non concedono facilmente amicizia ai forestieri (non me ne vogliano chi leggerà ed è veneto!), con Riccardo ho rivissuto esattamente quello che diceva lei...
Ho adorato Riccardo, personaggio goffo e "sfigato", ma assolutamente ironico e sempre pronto alla battuta, nonostante tutte le disavventure che gli capitano...

L'unico aspetto della mia vita che non
era stata intaccata da tutta la vicenda era
la consumata abilità a fare figure da pirla.

...sicuramente capitano tutte a lui!! La classica persona che attira tutte le disavventure su di sè, ma proprio per questo il libro è divertente e si legge velocemente!
I personaggi di secondo piano, sono ben delineati e con ognuno un carattere proprio, non sono le classiche comparse che si trovano in molti libri, sicuramente ruotano tutti attorno a Riccardo, ma interagiscono e divertono!

amo scherzare e considero l'ironia indice di
intelligenza nelle persone, mentre quando ne 
sono io l'oggetto fatico sempre a capire se
una persona scherza oppure se fa sul serio.

L'unica nota negativa di questo libro, è forse la parte dell'investigazione, essendo un giallo mi aspettavo forse qualcosa di più, il libro è più un narrare le disavventure di Ranieri, anche se il colpo di scena finale non me l'aspettavo...non vi svelo nulla, perché non voglio rovinare la lettura a chi vorrà leggerlo 😉.
Questo libro è il primo della serie dedicata a Riccardo Ranieri che ho iniziato per la challenge di lettura SerialMente, i prossimi sono: Come tracce sulla sabbia, Il segno mancante e, Passi di tango in riva al mare.

Leggendo SerialMente - Autore maschile italiano
The Hunting Word Challenge - parola TAZZA (sia nel titolo che disegnata in copertina)

A presto!

lunedì 26 dicembre 2016

LETTURE: Amabili resti di Alice Sebold #77

Ciao a tutti!!
Intanto vi auguro un Buon Natale in ritardo, scusatemi ma in questi giorni non ho avuto assolutamente tempo per il mio blog...ho una serie infinita di post da fare, ma ce la farò 😉 intanto inizio con la recensione di questo libro:



Sinossi:
Susie è stata assassinata da un serial killer che abita a due passi da casa. È stata adescata da quest'uomo dall'aria perbene, che la stupra, poi fa a pezzi il cadavere e nasconde i resti in cantina. Il racconto è affidato alla voce di Susie, che dopo la morte narra dal suo cielo la vicenda con inedito effetto straniante. Il libro procede avvincente come un giallo: vogliamo sapere chi l'ha uccisa, cosa fa l'assassino, come avanzano le indagini, come reagisce la famiglia. Ed è Susie che ci racconta tutto questo, aumentando così la nostra partecipazione emotiva. Lei "fa il tifo" per suo padre quando, opponendosi alla svolta che hanno prese le indagini della polizia, capisce chi è il vero assassino e, pur non avendo le prove, cerca d'incastrarlo. Un romanzo che commuove senza mai indulgere a sentimentalismi. Le vite dei genitori, dei fratelli e degli amici di Susie, spezzate dalla sua tragica scomparsa, vengono raccontate con lo spirito allegro e senza compromessi dell'adolescenza. E Susie aiuterà tutti, i lettori per primi, a riconciliarsi con il dolore del mondo.

Recensione:
Nel primo giro di ruota della challenge La ruota delle Letture ero capitata sullo spicchio BANNER LA LIBRIDINOSA e quindi Laura mi ha assegnato un libro che a lei era piaciuto molto, sinceramente leggendo la sinossi non era molto nelle mie corde, ma queste challenge servono per ampliare i nostri orizzonti (giusto!?!?!?) e quindi ho deciso di provare a leggerlo...inoltre questo libro su goodreads è classificato come Young Adult e quindi ne ho approfittato per partecipare anche a The Goose Reader Challenge.
Prima che mi fosse assegnato questo titolo non lo conoscevo...confesso la mia ignoranza...anche perché informandomi su internet ho visto che è stato fatto anche un film...ad essere sincera questo libro mi ha messo addosso tantissima tristezza...ognuno di noi pensa che queste cose (che una ragazzina di 14 anni venga stuprata e poi uccisa e fatta a pezzi) succedano solo agli altri, come effettivamente pensavano i genitori di Susie, e un'avvenimento come quello della perdita di un figlio ti segna nel profondo, ti cambia la vita...se di vita si tratta quella che rimane...
Questo è un libro particolare, perché il racconto è fatto in prima persona da Susie, dal paradiso o meglio dal suo cielo, è lei stessa che racconta cosa le è successo nel dicembre del 1973, come il signor Harvey l'abbia attirata in un rifugio sotterraneo in mezzo al campo di granoturco e qui abbia approfittato di lei e in seguito fatta a pezzi, per essere nascosta in una cassaforte e lasciata alla discarica...Susie però non si limita a raccontare del suo omicidio, segue la sua famiglia, le persone alle quali ha voluto bene e anche il suo assassino negli anni, continua a seguirli, amarli e sentirne immensamente la mancanza...
I personaggi sono ben delineati, e ti sembra di percepire il loro dolore quasi fisicamente, io ho rivissuto il loro dolore e ho pianto insieme a loro...la loro vita è continuata (come è giusto che sia!), ma la perdita di Susie li ha cambiati, ha modificato il loro rapportarsi con la vita e con le altre persone...
Ogni persona reagisce in modo diverso al proprio dolore, il padre di Susie non si da pace perché sa chi è il colpevole, ma nessuno gli crede e continua ad essere legato al ricordo della figlia, invece la moglie reagisce in modo completamente diverso, quasi con negazione, arrivando addirittura ad andarsene di casa, per cambiare completamente vita...
La sorella Lindsay è forse colei che fa più fatica, perché ancora una ragazzina e da tutti viene additata come la sorella della ragazza uccisa...e inizia a tenersi tutto dentro, si costruisce quasi un muro interiore...e Buckley è ancora un bambino nel momento della disgrazia, un bimbo che cerca la sorella e che diventa grande tutto all'improvviso per cercare di arginare il dolore dei genitori, soprattutto del padre...
Sinceramente ho fatto un po' fatica a leggere questo libro, non perché sia brutto, ma semplicemente perché per me questo è un periodo molto difficile...sono passati esattamente 15 anni da quando il mio papà ci ha lasciati...e questo libro ha riportato in superficie un dolore che non cambia mai, viene semplicemente nascosto sotto la superficie della vita...e quindi capisco il dolore della famiglia di Susie...
Questo è un libro che regala moltissime emozioni, molto forti, toccante e coinvolgente, leggendolo vi troverete trasportati nei ricordi dei personaggi e nel cielo di Susie...forse in parte questo libro può aiutarci ad accettare la morte dei nostri cari, descrivendoci come loro ci seguano anche da morti...come non ci abbandonino mai...

La ruota delle Letture - Banner La Libridinosa
The goose reader challenge - Casella 26 LIBRERIA ARANCIONE - Young Adult

A presto!

domenica 18 dicembre 2016

LETTURE: L'ingrediente a sorpresa di Cinzia Piantoni #76

Ciao a tutti!!!
Il 13 dicembre ha preso il via, la nuova challenge di lettura di cui vi avevo parlato qui, i miei primi obiettivi sono stati:

  1. BANNER LA LIBRIDINOSA che mi ha proposto la lettura di "Amabili resti" di Alice Sebold
  2. OBIETTIVO 13 leggi un libro che parla di cucina
Per il libro che parla di cucina ho scelto "L'ingrediente a sorpresa" di Cinzia Piantoni


SINOSSI:
Cosa succede quando sei a un passo dal realizzare il tuo più grande sogno, e all'improvviso crolla tutto?


Gaia, 28 anni, ha sempre desiderato diventare una pasticciera affermata, e Big Bakery, famoso talent show dedicato ai dolci, sembrava essere la sua grande occasione.
Purtroppo però qualcosa è andato storto, costringendola a tornare nel piccolo paese in riva al lago dove è nata e cresciuta, arruolata nella pasticceria di sua zia per darle una mano durante la stagione dei matrimoni.
Sarà proprio lì, tra torte multistrato, familiari strampalati, baci rubati e ritorni inattesi, che Gaia imparerà una lezione importante: non tutte quelle che sembrano sconfitte in realtà lo sono per davvero.

Un romanzo pieno di sogni, amore e colpi di scena, che racconta come a volte, per ritrovare se stessi, basti solo tornare al punto di partenza.

RECENSIONE:
Dopo gli ultimi libri letti avevo bisogno di una lettura leggera e piacevole con un lieto fine e devo dire che questo libro rispecchia in pieno tutte le caratteristiche! 
Per prima cosa ho apprezzato molto il fatto che il romanzo sia ambientato in Italia e devo dire che la trama è molto attuale con tutti i talent di cucina che nascono come funghi (per rimanere in tema ihihihihi).
Gaia dopo aver vinto il talent show Big Bakery viene travolta da uno scandalo che la costringe a rinunciare al premio e al lavoro presso la famosa pasticceria di Milano, è quindi costretta ad accettare il lavoro che le offre la zia nella pasticceria del suo paese natale, dove aveva giurato che non sarebbe più tornata, della serie mai dire mai...nella pasticceria rincontra Alex il fratello minore della sua più grande amica ai tempi della scuola...che si è trasformato in un gran bel ragazzo...ma tornando a casa si imbatte nuovamente nell'ex fidanzato Michele...
Sinceramente io ho apprezzato il romanzo, secondo me è ben scritto ed è molto scorrevole, una lettura piacevole che vi terrà compagnia per un pomeriggio di ozio...purtroppo ho letto anche diverse critiche negative a questo libro, su cui non concordo...anche se è self publishing non per questo è spazzatura, è vero è la classica storia d'amore, però è ben scritta!! Ho purtroppo letto libri molto peggiori!!
I personaggi sono ben caratterizzati e anche i personaggi "minori" vengono ben definiti, non sono solo abbozzati.
Se questo è il primo romanzo di questa autrice, è sicuramente da tenere d'occhio per i futuri romanzi...non può che migliorare...e siccome già il primo mi è piaciuto molto...
Sicuramente consiglio questo libro a chi ama i romance, le storie d'amore a lieto fine e a chi ha voglia di una lettura non troppo impegnativa, che vi faccia trascorrere qualche ora su una nuvoletta rosa...io ne avevo bisogno e quindi è stato il momento perfetto per dedicarmi a questo libro, prima di intraprendere la lettura di "Amabili resti".

La ruota delle letture - obiettivo 13

A presto!!

mercoledì 14 dicembre 2016

READING CHALLENGE: Il giro del mondo in 80 libri

Buongiorno!!
Ecco qua l'ultima reading challenge a cui mi iscriverò nel 2017, già sono veramente tante quelle a cui ho deciso di partecipare, ma quando ho visto questa mi è piaciuta tantissimo...va bhè vorrei trovare quella che a te non piace...starete dicendo voi...è vero, avete ragione, comunque proverò a mantenere la promessa...e questa è l'ultima....


Per iscrivervi a questa challenge correte sui blog Il salotto del Gatto Libraio, Leggendo Viaggiando e My pages à la page secondo me ci sarà da divertirsi e imparare a conoscere tanti libri nuovi...che poi è questo il motivo per cui amo tanto le reading challenge...

A presto!!

LETTURE: Finchè sarò tua figlia di Elizabeth Little #75

Buongiorno,
un po' di giorni fa ho terminato il libro Finché sarò tua figlia...ma prima di scrivere la recensione ho dovuto metabolizzarlo un attimo...


SINOSSI:
Il cielo è immenso sopra di lei ed è così blu da fare male. Janie stringe gli occhi per non rimanere accecata. Non è più abituata a tutta quella luce. Janie ha ventotto anni, ma gli ultimi dieci li ha trascorsi in prigione, in cella di isolamento. Proprio lei, ragazza bella e ricca di Beverly Hills, viziata reginetta del liceo. Accusata di aver ucciso sua madre Marion, una donna esigente con cui non aveva un bel rapporto. Perché Janie era un'adolescente ribelle e contestatrice e sua madre non faceva nulla per nascondere la delusione di non avere la figlia perfetta. Tutte le prove erano contro di lei. Dopo l'ennesima notte di baldoria, era stata trovata priva di sensi accanto al cadavere della madre. Le mani sporche di sangue e le sue impronte dappertutto. Incapace di raccontare cosa fosse successo. Ma Janie ha sempre creduto di essere innocente. Ricorda poco della notte dell'omicidio, lo shock le ha confuso la mente, ma sa di aver sentito sua madre avere un alterco con uno sconosciuto e rammenta un nome, Adeline. E adesso che il suo avvocato è riuscito a farla uscire di prigione, Janie non ha dubbi. Deve dimostrare, soprattutto a sé stessa, di non essere colpevole. Deve diventare la figlia che Marion ha sempre sognato. Adeline è una città dell'Illinois. E lì che Janie deve andare se vuole capire la verità. Una città piccola e sperduta in mezzo alla campagna. Una comunità chiusa che guarda con sospetto e ostilità la nuova arrivata. E che nasconde tutte le risposte.

RECENSIONE:
Ho letto questo libro perché faceva parte dei libri bonus dell'ultima tappa della challenge LGS, probabilmente se non fosse stato un libro bonus non lo avrei neppure preso in considerazione perché dalla sinossi non era molto nelle mie corde...questo è proprio il bello di queste challenge, imparare a conoscere ed apprezzare libri che magari non avremmo mai letto altrimenti!!! 
L'inizio del libro, secondo me, è un po' lento, non mi ha appassionata più di tanto, soprattutto perché era incentrato sull'odio di Janie verso la madre, poi quando entra nel pieno dell'indagine per cercare di capire chi era l'uomo con Marion la notte che è stata uccisa, il libro diventa molto più scorrevole e interessante.
Janie prima di trascorrere 10 lunghi anni in prigione era la classica ragazzina viziata, egocentrica, che vuole e ottiene tutto dalla vita, e la madre viene descritta come cinica e insensibile oltre che snob, certo che da una madre così non poteva nascere una figlia modello!!! 
Questo libro è un thriller psicologico, infatti si basa tutto sul fatto che Janie non ricorda quello che è successo la notte che è morta Marion, si ricorda solo di aver sentito la madre litigare con un uomo e alcuni stralci di conversazione, ma nulla più...e nel momento che trova Marion morta e chiama il 911 tutti i sospetti sono incentrati su di lei, per il pessimo rapporto che aveva con la madre. In questo libro si nota moltissimo come l'opinione pubblica di tutto il mondo creda a tutto quello che la stampa ci propina...infatti per tutti Janie è colpevole...è stata lei ad uccidere la madre...
Il personaggio di Janie è studiato apposta per risultare "odioso" e avvalorare la tesi che abbia ucciso lei la madre, ma nonostante questo ci si appassiona alle sue vicende, e si sente quasi un'empatia con lei, anche perché i 10 lunghi anni che ha fatto in carcere l'hanno cambiata anche se lei vuol far credere di no!!
Nonostante abbia fatto fatica all'inizio a leggere il libro, perché troppo ripetitivo dell'odio di Janie verso la madre, poi mi sono dovuta ricredere, mi ha appassionata moltissimo scoprire come aveva vissuto Tessa prima di diventare Marion, e i colpi di scena non mancano, proprio fino alla fine, e ti tengono incollata alle pagine, perché vuoi capire cosa è successo veramente!!!
Una cosa che ho apprezzato molto in questo libro, è che Janie non è la classica protagonista melensa a cui tutti ci affezioniamo facilmente, anzi proprio il contrario, è una ragazzina da cui vorresti stare alla larga e proprio per questo ho apprezzato tanto l'autrice...perché è riuscita a fare amare un personaggio così difficile!!
L'unica cosa negativa è il finale che non ho apprezzato, speravo in una fine per Janie diversa...ma forse ripensandoci è proprio quello che voleva lei...

Challenge LGS - Libro bonus

A presto!

CALENDARIO AVVENTO: from day #7 to day 14

Buongiorno!!
Questi ultimi giorni sono stati piuttosto impegnativi tra lavoro, feste di Natale e non da ultimo mi sono beccata pure l'influenza che ieri mi ha stesa...sembravo uno straccio...oggi sto un po' meglio e quindi cerco di recuperare 😉

Vi voglio mostrare le bellissime cose che ho ricevuto nei calendari dell'avvento di Tiziana e Daniela

Giorno 7 dicembre:
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 8 dicembre:

da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 9 dicembre:
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 10 dicembre:
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 11 dicembre:
da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 12 dicembre:
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 13 dicembre:
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Giorno 14 dicembre:
da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Tutto meraviglioso...ho ancora gli occhi a cuoricino 😚
Grazie di cuore!!

A presto!!

venerdì 9 dicembre 2016

SOTTO L'ALBERO DI NATALE 3.0

Buongiorno!!
Oggi girovagando per il web ho trovato questa iniziativa carinissima e ho pensato che sarebbe bello iscrivermi, oggi ho proprio bisogno di un po' di "coccole" e ho pensato che iscrivermi a questa iniziativa non sarebbe una cattiva idea :)
Questa idea parte dal blog Il Salotto del Gatto Libraio e per me è la prima volta che vi partecipo, le regole per partecipare sono semplici...





DI COSA SI TRATTA?
SOTTO L'ALBERO DI NATALE 3.0 prende spunto dall'iniziativa Elf Christmas Wishlist, che consiste nel creare una lista di 10 desideri che gli elfi (cioè chi aderisce all'iniziativa) si sforzano di realizzare. Ognuno di noi nel suo piccolo può rendere felice un'altra persona, a volte basta poco: una parola, un sorriso, un disegno. 


COME PARTECIPARE
Se siete blogger, aprite un post nel vostro blog. Il post dovrà comprendere questo regolamento (in modo che chiunque legga sappia di cosa si tratta) e una lista di 10 desideri.
Una volta che avete deciso di partecipare, passate a commentare il post originale di Sonia: QUI, con il link della vostra wishlist. Man mano Sonia aggiornerà la lista dei partecipanti, così che tutti possano averla sott'occhio e vedere quali desideri possono realizzare,
Se siete lettori, lasciate un commento a Sonia con la vostra wishlist e il vostro indirizzo email, così lei creerà una pagina apposita in cui racchiudere tutte le wishlist di chi ha un blog.
ATTENZIONE: non è obbligatorio realizzare desideri. Lo scopo di questa iniziativa è regalare sorrisi e questo può essere fatto anche solo con un commento gentile.

GIVEAWAY FINALE
Sonia molto gentilmente ha deciso che chi partecipa a questa bellissima iniziativa può partecipare ad un'estrazione finale ...vi basta cliccare QUI...per saperne di più e per vedere i premi tra cui potete scegliere se siete estratti...

LA LISTA DEI DESIDERI
  1. Mi piacerebbe tantissimo ricevere dei libri, anche se usati....io adoro andare nei negozi di libri usati ad acquistarli...sono più vissuti.
  2. Mi piacerebbe che ogni tanto qualcuno commenti i miei post qui sul blog 😉
  3. Io adoro tutto quello che quello che fa parte del mondo delle cartolerie...sarà perché è stato il mio primo lavoro...e mi piace tutto penne, agende etc...
  4. Mi piacerebbe sapere qual'è stato il libro più bello che avete letto nel 2016 e se ne avete voglia di inviarmelo tramite ebook, così possiamo discuterne insieme.
  5. Un regalino per i miei bambini, hanno 7 anni e sono due maschiacci...ma come la mamma adorano colori, penne etc...
  6. Oltre ai libri, adoro lo scrapbooking, quindi se avete voglia di sbarazzarvi di qualche materiale io sono qui...carta, timbri washi tape.
  7. Adoro cucinare e mangiare...se volete condividere con me qualche vostra ricetta sia dolce che salata ne sarei molto felice.
  8. Avete voglia di collaborare con una blogger casinista e disordinata (IO) a me piacerebbe molto?
  9. Mi piacerebbe una sorpresa...io adoro le sorprese!!
  10. Mi piacciono le candele, le essenze...in casa mia c'è sempre qualcosa acceso per profumare l'ambiente, quindi se vi va...
Questi sono i miei desideri...chissà se qualcuno di voi ha voglia di aiutare a realizzarli...intanto vi lascio la mia mail valentinascrap@gmail.com se volete contattarmi se vi serve il mio indirizzo o altro...
Intanto girovagando nei blog che aderiscono ho trovato qualche desiderio che potrei esaudire...mi metterò all'opera 😊

A presto!!

giovedì 8 dicembre 2016

LETTURE: La segretaria dello scrittore di E. Attala Perazzini #74

Buona sera!
Finalmente ho terminato di leggere questo libro che avevo iniziato ben due mesi fa...



SINOSSI:
La vita e le scelte della protagonista vengono stravolte dall’incontro, a New York, con Oriana Fallaci. Giovane, brillante, determinata, ha lasciato l'Italia per trasferirsi nella Grande Mela dove l'aspettano un fidanzato e, spera, una nuova vita. La Signora Fallaci, una delle penne più controverse del giornalismo italiano, le offre un lavoro e le apre, per pochi mesi, le porte della propria casa e della propria anima. New York l’ha accolta con tutta la sua vivacità e il suo fascino, ma certe difficoltà appaiono insormontabili. Tenuta a scontrarsi col carattere burbero e la personalità dura e duplice della Signora che la protagonista vorrebbe a tutti i costi penetrare, si barcamena tra rimproveri, umiliazioni, intimità e segrete rivelazioni. Quest'esperienza al fianco della grande scrittrice non solo avvicinerà due donne di generazioni distanti, ma sarà per l’autrice illuminante e formativa. Una prova di vita che determinerà molte delle sue scelte future.

RECENSIONE:
Avevo comprato questo libro molto tempo fa, attirata dalla copertina con la macchina da scrivere come una volta, e perché in quel periodo cercavo per una challenge dei libri con delle professioni nel titolo, ma poi è rimasto tra i libri da leggere per moltissimo tempo, fino a quando mi è capitato come vincolo per la challenge Bookopoly la Biblioteca Malatestiana e ho scelto di leggere un libro in cui si trovi la parola Italia...ed ecco qua il libro giusto...unico problema ho fatto una fatica incredibile a terminarlo.
Nonostante sia un libro piuttosto breve, poco più di 100 pagine, per me è stato "pesante", in parte per il "servilismo" della protagonista nei confronti della grande scrittrice e in parte per il suo annientare la sua vita privata per un lavoro che neppure amava!
La protagonista è la segretaria, sarebbe meglio dire factotum, di una grande autrice quale Oriana Fallaci, che però non viene mai nominata, lo si capisce da alcuni riferimenti ai suoi libri e alla sua vita da giornalista, la Fallaci viene raffigurata come un'arpia...la classica datrice a cui tutto è dovuto...
Elena è assolutamente catturata da questo grande personaggio, addirittura da arrivare a esserne un po' succube...

Desideravo inspiegabilmente che non sparisse
dalla mia vita.

Sicuramente la Fallaci anche dai suoi libri non appare come un personaggio che cerca di accattivarsi il pubblico, ma come una donna forte a tratti dura e che nella vita ne ha vissute veramente tante, certo non me l'aspettavo come viene descritta, cioè come un personaggio dispotico e irritante...mi ha quasi distrutto un "mito".
Verso la fine del libro, dopo essere stata licenziata, per non aver utilizzato correttamente le parole, l'autrice ne ammorbidisce un po' i tratti e risulta quasi più umana.

Bookopoly - Biblioteca Malatestiana - Italia

A presto!

martedì 6 dicembre 2016

CALENDARIO AVVENTO: day #5 e #6

Buona sera!!
Eccomi qua per farvi vedere i bellissimi regali che ho travato ieri e oggi nei miei pacchettini dell'avvento...

Giorno 5 dicembre:

da parte di Daniela

da parte di Tiziana

Giorno 6 dicembre:

da parte di Tiziana

da parte di Daniela

Mi piace troppissimo tutti i giorni avere qualcosa da scartare 😅

A presto!!

lunedì 5 dicembre 2016

BULLET JOURNAL: Reading Challenge

Buona sera!
Siamo solo al 5 dicembre, ma io come al solito sono proiettata in avanti, a organizzare tutto quello che posso e a cercare di non perdermi nulla per la strada grazie al bullet journal (qui gli altri post), io mi trovo molto bene con questo sistema di organizzazione, riesco a tener traccia di ciò che faccio e di ciò che devo fare. Ho ancora tantissimo da migliorare, perché io sono la classica persona che si riduce all'ultimo minuto a fare tutto, ma grazie al bu.jo almeno riesco a programmare meglio le mie giornate e le mie attività!
Siccome sono un po' maniaca, ne ho addirittura 3: il primo è quello che vi ho già mostrato dove segno le cose da fare giornalmente, il secondo è dedicato alle challenge di scrapbooking e alla mia attività come forumina ASI (ve lo mostrerò in un altro post), infine il terzo è dedicato alle reading chllenge principalmente a quelle che inizieranno da ora in avanti.
Ho realizzato questo bullet journal in parte per tener traccia delle mie letture non solo nel blog, ma anche sul cartaceo e per segnarmi le varie scadenze delle varie challenge a cui mi sono iscritta.






La prima challenge del 2017 partirà ufficialmente il 13 dicembre, e quindi in quella data mi scriverò l'obiettivo che mi è stato assegnato e i libri che rispettano tale obiettivo. Per il momento l'ho strutturato così, poi vedrò se modificare qualcosa in corso d'opera.

Assieme al bullet journal per le reading challenge ho realizzato un quadernino che è sempre con me in cui prendo appunti sul libro che sto leggendo, per riuscire a fare più agevolmente la recensione una volta terminato il libro, e un quaderno con l'elenco dei libri letti!

Spero che questo post vi possa essere utile per la realizzazione della vostra organizzazione quotidiana.

A presto!