lunedì 23 gennaio 2017

RECENSIONE: La chiave del mistero di D. M. Pulley #8


Pagine: 510
Editore: Amazon Crossing
Data pubblicazione: 26 gennaio 2016

SINOSSI:
Vincitore dell’Amazon Breakthrough Novel Award2014 e del Grand Prize and Mystery & Thriller Fiction.
È il 1998. Per anni la sede della vecchia First Bank di Cleveland è rimasta in stato di abbandono, perfettamente conservata, con i suoi segreti che il mondo esterno non ha saputo penetrare.
Vent'anni prima, tra inspiegabili sparizioni del personale e pesanti accuse di frode, gli investitori, in preda al panico, vendettero nel cuore della notte la più grande banca della città, impedendo l’accesso a clienti e dipendenti e sventando un’imminente indagine federale. Nella confusione che seguì, le chiavi delle cassette di sicurezza del caveau andarono perdute.
Negli anni successivi, i ricchi uomini d’affari di Cleveland tennero la verità sepolta nel grattacielo abbandonato. Gli uffici saccheggiati e le cassette di sicurezza dimenticate rimasero chiusi per anni, fino a quando Iris Latch, giovane ingegnere strutturista, vi si imbatte durante un intervento di riqualificazione. E mentre Iris disvela a poco a poco il sordido passato della banca, ciò che all'inizio era un piacevole diversivo dal lavoro d’ufficio si trasforma in ossessione. A ogni inquietante scoperta, Iris segue l’incombente ombra del passato addentrandosi nelle profondità del caveau della banca e presto si rende conto che la chiave del mistero costerà un prezzo altissimo.

RECENSIONE:
Il romanzo si svolge su due piani temporali, in alcuni capitoli la protagonista è Iris, un giovane ingegnere che viene incaricata di fare i rilievi nella vecchia sede della First Bank di Cleveland fallita 20 anni prima; questi capitoli sono intervallati da altri in cui le protagoniste sono Beatrice e Maxime la prima una giovane sedicenne che lavorava come segretaria all'interno della banca all'epoca del fallimento, la seconda un'amica segretaria che la trascina senza volerlo in un mondo di frodi, ricatti e sparizioni.
Due storie parallele, donne con tante cose in comune, tra tutte la voglia di scoprire la verità e di capire perché tante cose sono successe nel 1978...
Tante persone fanno da congiungimento tra la storia di Beatrice e Maxime e le scoperte di Iris, Ramone il guardiano che ormai da vent'anni vive all'interno della banca, Carmichael il barista amico di Maxime e Beatrice...

All'inizio il libro risulta essere prolisso, almeno io ho fatto veramente fatica a leggerlo, perché per diversi capitoli la parte principale è data da i rilievi di Iris e Brad il suo capo, all'interno dell'edificio, le vere e proprie indagini iniziano molto avanti nel libro, ma quando arrivano le prima scoperte di Iris, arriva la parte da cui si fa fatica a staccarsi.
Una cosa che ho molto apprezzato all'interno di questo libro è stato che mano a mano che Iris svolgeva le sue indagini, nei capitoli successivi Beatrice viveva i momenti che avevano dato luogo a quegli eventi, un susseguirsi che ti lascia incollata alle pagine per capire cosa succede alle protagoniste!
I personaggi principali sono ben delineati, molti altri invece solo ombre appena accennate, ma tutti con un'importanza rilevante all'interno del romanzo; forse è proprio il volere dell'autrice di lasciare volutamente sospesi determinati personaggi, per dare maggior enfasi al finale, che purtroppo in parte mi ha delusa...
Speravo che nel finale si scoprisse cosa effettivamente fosse successo a Beatrice e Maxime e invece viene lasciato molto all'immaginazione del lettore...
Se  anche voi volete leggerlo, non fatevi scoraggiare dall'inizio del libro e andate avanti....

Con questa lettura partecipo a:
The Hunting Word Challenge - parola CHIAVE nel titolo e raffigurata in copertina

A presto!

2 commenti:

  1. Capita spesso di imbattersi in libri che all'inizio fanno fatica a carburare... poi però se si ha la costanza di andare avanti ne vale la pena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione!! Questo è proprio uno di quei libri, ma poi migliora notevolmente!! Tu lo hai letto?

      Elimina