giovedì 12 gennaio 2017

RECENSIONE: L'ombra del vento di Carlos Ruiz Zafon #5


Pagine: 439
Editore: Mondadori
Data pubblicazione: 16 aprile 2013

SINOSSI:
A Barcellona, una mattina d'estate del 1945 il proprietario di un negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo segreto dove vengono sottratti all'oblio migliaia di volumi di cui il tempo ha cancellato il ricordo.
E qui Daniel entra in possesso di un libro maledetto che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un mondo di misteri e intrighi legato alla figura di Julián Carax, l'autore di quel libro. Daniel ne rimane folgorato, mentre dal passato iniziano a emergere storie di passioni illecite, di amori impossibili, di amicizie e lealtà assolute, di follia omicida e di un macabro segreto custodito in una villa abbandonata. Una storia in cui Daniel ritrova a poco a poco inquietanti paralleli con la sua vita.

RECENSIONE:
Per prima cosa devo ringraziare Baba e Daniela che hanno proposto questa serie anche come Gruppo di Lettura, perché leggere i libri in compagnia e poterne parlare liberamente senza paura di spoilerare è meraviglioso!!
Questo, poi, è un libro che vale assolutamente la pena leggere, un libro che ti rimane dentro, ti conquista, già solo il fatto che è ambientato a Barcellona città che io adoro è un grande vantaggio, poi la scrittura di Zafon è meravigliosa! 
I personaggi sono tutti ben delineati, tanto che ti sembra di conoscerli e di passare del tempo con loro...la bella Clara che gioca con i sentimenti di un ragazzino alla sua prima cotta, Fermin che alleggerisce le cupe atmosfere del romanzo in alcuni punti, con la sua ironia, il Signor Sampere con la sua solitudine, al quale anche Daniel nasconde tante cose, un po' perché è nella fase dell'adolescenza e un po' per non farlo preoccupare...i personaggi sono tanti e tutti meravigliosi, qualcuno più odioso di altri come Fumero, con la sua cattiveria, ma tutti descritti veramente splendidamente!
Una cosa che ho amato veramente tantissimo di questo libro sono le analogie tra la storia di Daniel e di Julian Carax, un rivivere la stessa storia a distanza di tanti anni, per fortuna però con due finali diversi, anche se a un certo punto del libro si teme il peggio per Daniel.
Ora sono pronta di leggere il secondo romanzo di questa serie...e spero che sia meraviglioso ed avvincente quanto il primo!

Con questa lettura partecipo a:
Leggendo SerialMente - serie scelta da loro
Il giro del mondo in 80 libri - leggi un libro ambientato a Barcellona

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento