venerdì 6 gennaio 2017

RECENSIONE: Questo nostro dolce Natale di Antonella Maggio #4


Pagine: 180
Editore: Butterfly Edizioni
Data pubblicazione: 7 dicembre 2015

Sinossi:
Lucy Vivian Norberg ha abbandonato la speranza di poter trascorrere un felice Natale: odia il fuoco, le luci e i colori che si accendono in città, perché tutto ciò le ricorda il suo passato e un segreto che la tormenta. Se potesse, se ne starebbe chiusa in casa, lontana da tutti, fino alla fine delle feste. Ma nel mese di dicembre si ritrova a lavorare nell'ospizio dove è direttrice con un nuovo aiutante, William, molto attraente e per nulla intimidito dalla sua freddezza. Lucy però è decisa: non vuole legami e pensa di non meritare la felicità, ma il destino ha in serbo per lei altri progetti e sotto la neve di Stoccolma nessuno può resistere alla magia del Natale...

Recensione:
Ho letto questo romanzo piena di aspettative, per tutte le recensioni positive che avevo visto su amazon, ma la mia recensione non sarà così positiva...
Lucy ha smesso di festeggiare il Natale molti anni fà...quando sua sorella Mathilda si è tolta la vita proprio in quel giorno...infatti da allora per il Natale se va lontana da Stoccolma, ma questa volta non può, dato che i suoi più grandi amici che le sono sempre stati accanto hanno deciso di sposarsi il 22 dicembre, ed essendo anche i suoi più fidati collaboratori nella gestione della casa di riposo, non può proprio partire...inoltre ha bisogno di aiuto per la gestione della casa di riposo, così nella sua vita arriva William e ne è subito attratta, ma non può certo farlo vedere, dato che deve rimanere la persona "fredda" che è....
La storia non è brutta, anzi è carina e piacevole, la protagonista però è odiosa....all'inizio del romanzo avrei dato fuoco (per rimanere in tema) a Lucy volentieri, anche con i suoi amici è scorbutica, scontrosa ed egoista, i suoi problemi vengono sempre prima di tutti gli altri...poi l'influsso di William la fa tornare sulla buona strada...anche se rimane "paranoica".
Quello che non ho apprezzato del libro è un po' lo stile di scrittura dell'autrice, a mio avviso ci sono pochi dialoghi tra i protagonisti, è più un susseguirsi di pensieri di Lucy...questo era il primo libro che leggevo di quest'autrice e non so se sia il suo modo classico di scrittura, magari leggendone un altro sarà diverso...

Con questa lettura partecipo a:
The Hunting Word Challenge - parola NATALE nel titolo

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento