giovedì 23 marzo 2017

LETTURE: Il caffè delle seconde occasioni di Alison Kent #19


Lunghezza stampa: 302

Editore: AmazonCrossing (17 gennaio 2017)

Sinossi:
Kaylie ha deciso di tornare a Hope Springs, la cittadina in cui è cresciuta circondata dall’affetto di Winton e May, che l’hanno accolta nella loro famiglia come una figlia. Ora che non ci sono più, ha acquistato la casa in cui ha vissuto con loro e ha deciso di trasformarla in un ristorante, il Two Owls Café. Kaylie vuole dare una svolta alla propria vita, e vuole farlo a partire dalla passione più grande che May le ha trasmesso: preparare dolci, soprattutto brownies.
Sarà Ten Keller, il tuttofare più abile della città, gentile e affascinante, a occuparsi dei lavori. Ten è subito attratto dalla nuova arrivata, ma l’animo di Kaylie è chiuso e indurito dalle esperienze drammatiche di un passato che la tormenta ancora nei suoi incubi notturni. I suoi veri genitori l’hanno abbandonata da bambina, e lei ha bisogno di scoprire come sono andate le cose. Quando anche Ten le rivela una macchia oscura nei propri ricordi, Hope Springs sembra poter diventare lo sfondo perfetto di una splendida storia di amore e di riscatto.

Recensione:
Come al solito devo dire che sono contenta di non essermi fatta influenzare dalle recensioni negative che ho letto su questo libro, perché io l'ho adorato, è un libro profondo che sonda l'animo umano, che scava nel passato dei protagonisti, un passato che ha lasciato dei segni in ognuno di loro...

Aveva trascorso troppo tempo a chiederselo,
e ora aveva bisogno di ricucire i
brandelli del passato. Se li era trascinati
dietro troppo a lungo, la facevano inciampare
e rendevano il presente qualcosa di
troppo complicato, come un cordone
ombelicale che la legava a un luogo in cui non
sarebbe mai tornata.

Kaylie decide di acquistare la casa dove ha vissuto otto anni della sua vita, la casa dei genitori affidatari che le hanno insegnato a superare il passato

Non guardare da dove vieni.
Guarda dove sei finita.

E' il motto di May che le ha ripetuto all'infinito...e che Kaylie ha cercato di fare suo...infatti nella casa acquistata vuole realizzare un ristorante in cui servire i meravigliosi brownies che May le ha insegnato a preparare.
Kaylie è sempre stata sola, è sempre "bastata" a se stessa, ma nel piccolo paese di Hope Springs incontra tante persone con cui stringe rapporti di amicizia, tutte persone pesantemente dipendenti da un passato non facile. Ten il bellissimo tuttofare che si occupa dei lavori di ristrutturazione della casa con un passato a cui cerca di rimediare aiutando gli altri...Luna diventata famosissima per le sue sciarpe, ma dietro a esse si nasconde un mondo di dolore ancora da superare...Mitch dopo tanti anni ha perso la speranza di trovare ciò che cerca...Will un personaggio cupo e introspettivo...
Questo è un romanzo che lascia il segno, una storia di rinascita, di rivincita contro una vita che non è sempre tutta rosa e fiori, un passato che non si deve dimenticare, ma che deve aiutare a superare il presente e il futuro.
La storia è incentrata sul rapporto tra Kaylie e Ten, ma anche i personaggi "secondari" lasciano un segno nel lettore, non sono semplici comparse, ma veri e propri attori di questo bellissimo romanzo.
Questo è un libro con poco eros, ma con tanti sentimenti, primo fra tutti l'amicizia, perché non può esistere amore senza amicizia...
Questo romanzo mi ha trasmesso tante emozioni forti, tutte positive, mi ha coinvolto talmente tanto da farmi commuovere. 
Mi è piaciuto molto, anche il fatto che all'interno del libro, ci siano delle ricette di brownies e devo essere sincera ne ho anche provato una 😋...deliziosi, hanno avuto l'approvazione di tutti in casa...un modo di allentare la tensione in alcuni punti del libro e forse per deliziare il palato di chi vuole provare le ricette

Con questa lettura partecipo a:
La ruota delle letture - OBIETTIVO 13 - Leggi un libro che parli di cucina
Il giro del mondo in 80 libri - MARZO - Messico - Leggi un libro che parli di cucina
Reading Challenge GLDN - Un libro con un alimento nel titolo

Nessun commento:

Posta un commento