venerdì 21 aprile 2017

LETTURE: La casa delle foglie rosse di Paullina Simons #25


Lunghezza stampa: 414

Editore: HarperCollins Italia

Sinossi:
Conni, Albert e Jim sono inseparabili fin dal primo anno di università: vivono, studiano e giocano a basket insieme, legati da un'amicizia totalizzante che ruota intorno all'anima del loro gruppo, la bellissima Kristina Kim, ma che negli ultimi tempi inizia a dare segni di cedimento. Quando il corpo di Kristina viene trovato nudo e semisepolto dalla neve nei boschi che circondano il college, tocca a Spencer O'Malley far luce sulle circostanze poco chiare di una morte che lo turba profondamente, forse per via dell'istintiva affinità che ha provato nei confronti della vittima nel momento stesso in cui l'ha conosciuta, pochi giorni prima. Com'è possibile che nessuno di quegli amici così stretti abbia denunciato la sua scomparsa? O'Malley è sicuro che la chiave di tutto sia lì, nei rapporti intricati e per certi versi inquietanti tra i quattro ragazzi, e le sue domande insistenti portano alla luce una rete di segreti, gelosie, reticenze e mezze verità che vanno ricomposti pezzo per pezzo, come un puzzle misterioso e complesso in cui ogni rivelazione è più scioccante della precedente.

Recensione:
Ho partecipato all'iniziativa "Libri in viaggio" indetta dalle ragazze che hanno organizzato la reading challenge Il giro del mondo in 80 libri, e questo libro mi è arrivato proprio nel momento opportuno per spuntare un paese per il mese di aprile...
Per me è il primo libro di questa autrice e devo dire che mi è piaciuto molto il suo stile di scrittura, perché nonostante i temi trattati dal libro non siano leggeri rende tutto fluido e si legge meravigliosamente. All'interno del libro troviamo tantissimi sentimenti drammi, passione, amori impossibili e travagliati, gelosia...e tutti trattati meravigliosamente.

Già dalle primissime pagine, la grande amicizia che sembra legare Kristina con Conni, Jim e Albert, mostra le sue crepe, e non è tutto rosa e fiori come vogliono fare apparire...il loro è un rapporto incentrato sulle bugie, sui sotterfugi...
Il romanzo non entra subito nel vivo, ma i primi capitoli servono per conoscere i personaggi e le loro interazioni, ma fin da subito devo essere sincera non ho provato simpatia per nessuno di loro, nonostante la storia mi sia piaciuta tantissimo, non ho provato quel trasporto emotivo che ho provato per altri personaggi...
Le bugie non finiscono però con la morte di Kristina, trovata nuda sotto la neve, ma continuano...perché per Conni, Jim e Albert raccontare la verità al detective è una cosa difficile...
Il libro continua in un crescendo finale che vi lascia con il fiato sospeso, ma che lascia purtroppo anche molti interrogativi...

Con questo libro partecipo a:
  • Il giro del mondo in 80 libri - APRILE - Turchia - Leggi un libro con la copertina prevalentemente rossa
  • Reading Challenge GLDN - Un libro con un colore nel titolo

A presto!

Nessun commento:

Posta un commento